Il surplus dei consumatori (con diagramma)

Leggi questo articolo per conoscere il surplus dei consumatori - spiegato con il diagramma!

Il surplus marshalliano :

Il surplus del consumatore è un concetto introdotto da Marshall, il quale ha sostenuto che può essere misurato in unità monetarie, ed è uguale alla differenza tra la quantità di denaro che un consumatore paga effettivamente per acquistare una certa quantità di una merce x, e il importo che sarebbe disposto a pagare per questa quantità anziché farne a meno.

Graficamente l'eccedenza dei consumatori può essere trovata dalla sua curva di domanda per la merce x e l'attuale prezzo di mercato, che (si presume) non può influenzare dai suoi acquisti di questa merce. Supponiamo che la domanda del consumatore per x sia una linea retta (AB nella figura 2.20) e che il prezzo di mercato sia P. A questo prezzo il consumatore acquista q unità di x e paga un importo (q). (P) per questo.

Tuttavia, sarebbe disposto a pagare P 1 per q 1, P 2 per q 2, P 3 per q 3 e così via. Il fatto che il prezzo sul mercato sia inferiore al prezzo che sarebbe disposto a pagare per le unità iniziali di x implica che la sua spesa effettiva è inferiore a quella che sarebbe disposto a spendere per acquisire la quantità q. Questa differenza è il surplus del consumatore, ed è l'area del triangolo PAC nella figura 2.20.

L'eccedenza dei consumatori marshalliani può anche essere misurata utilizzando l'analisi delle curve di indifferenza.

Nella figura 2.21 il bene misurato sull'asse orizzontale è x, mentre sull'asse verticale misuriamo il reddito monetario del consumatore. La linea di bilancio del consumatore è MM 'e la sua pendenza è uguale al prezzo della merce x (poiché il prezzo di un'unità di reddito monetario è 1). Dato P x, il consumatore è in equilibrio su E. acquista una quantità pari a 0 Q di x e paga AM per le sue entrate, rimanendo con una somma di denaro di 0 A da spendere per tutte le altre materie prime.

Dobbiamo quindi trovare la quantità di denaro che il consumatore sarebbe disposto a pagare per la quantità 0Q di x anziché farne a meno. Ciò si ottiene disegnando una curva di indifferenza che passa attraverso M. Sotto l'ipotesi marshalliana che la MU del reddito monetario sia costante, questa curva di indifferenza (e qualsiasi altra mappa dell'indifferenza) sarà verticalmente parallela alla curva di indifferenza I 1 ; le curve di indifferenza avranno la stessa pendenza per ogni data quantità di x. Ad esempio, in Q la pendenza di I 1 è uguale alla pendenza di I 0

Dato che la quantità di x è la stessa in E e B, le due pendenze sono uguali.

La curva di indifferenza I 0 mostra che il consumatore sarebbe disposto a pagare A'M per la quantità 0Q, poiché il punto B mostra l'indifferenza del consumatore tra avere 0Q di x e 0A 'di reddito da spendere su altri beni o non avere nessuno di xe spendendo tutto il suo reddito M in altri beni. In altre parole, A'M è la quantità di denaro che il consumatore sarebbe disposto a pagare per 0Q anziché farne a meno.

La differenza

A'M - AM = AA '= EB

è la differenza tra ciò che il consumatore paga effettivamente (AM, dato P x ) e ciò che sarebbe disposto a pagare per 0Q di x. Cioè, questa differenza è il surplus dei consumatori marshalliani.

Una misura alternativa del surplus del consumatore:

Nell'analisi sopra è stato ipotizzato che l'utilità marginale del denaro sia costante. Chiaramente questo presupposto è molto forte. Se rilassiamo questa ipotesi, la dimensione del surplus del consumatore è più piccola di quanto la teoria marshalliana dell'utilità cardinale implichi. Per vedere questo, nella figura 2.22 partiamo da un equilibrio iniziale E, definito dalla tangenza della linea di bilancio MM 'alla curva di indifferenza più elevata possibile I 1 . Qui il consumatore acquista 0Q 1 di x al prezzo di mercato P 1, che è la pendenza della curva di indifferenza I 1 nel punto E, poiché a questo punto dato P M = 1.

MRS x, M = P x / P M = P x

La spesa effettiva del consumatore per 0Q 1 è PQ 1 = AM.

Per trovare la massima quantità di denaro che il consumatore sarebbe disposto a pagare per la stessa quantità (0Q 1 ) anziché fare a meno, disegniamo una curva di indifferenza da I 0 a M, nella figura 2.22. Questa curva di indifferenza è più piatta di I 1 per qualsiasi data quantità di x, dimostrando che l'utilità marginale della moneta cambia inversamente alla quantità di reddito monetario.

Pertanto, il consumatore sarebbe disposto a pagare BM per Q 1 anziché fare a meno, e il surplus del consumatore è la differenza

BM - AM = BA - BE

Per confrontare questa misurazione del surplus del consumatore con la misura marshalliana, disegniamo attraverso M la curva di indifferenza I ' 0 verticalmente parallela a I 1 che implica MU costante di denaro. In base a questa ipotesi, il surplus del consumatore (marshallese) è EA ”, che è chiaramente maggiore di EB ', l'eccedenza presupponendo una riduzione del reddito monetario.

Nota:

Sia in E che in B 'la quantità di x è la stessa (0Q 1 ), quindi l'MU X è costante in questi due punti. Tuttavia, il reddito rimasto da spendere per altri beni (0A) è maggiore in E rispetto a B '(dove il reddito residuo è 0B). Quindi in B 'la MU del reddito monetario è più alta che in E. Quindi, confrontando le pendenze di I 1, a E e di I 0 a B' vediamo che

cioè, la pendenza di I 0 è più piccola di I 1, per ogni data quantità di x.

 

Lascia Il Tuo Commento