Conseguenze del monopolio: 3 conseguenze | Mercati | Economia

I seguenti punti evidenziano le tre principali conseguenze del monopolio. Le conseguenze sono: 1. Efficienza tecnologica 2. Monopolio e innovazione 3. Inefficienza allocativa.

Conseguenza # 1. Efficienza tecnologica:

Se un monopolio sarà tecnologicamente efficiente non può essere determinato dalla sola teoria. È possibile che MR = MC = ATC minimo, come mostrato nella Figura 8. tuttavia, ciò non è necessario. Se MC = MR ad un altro livello di output, come Q N o Q L, l'azienda opera a un costo superiore al minimo, anche se si trova sulla sua curva ATC. L'azienda potrebbe non essere nemmeno su questa curva. Potrebbe produrre a Q M e sostenere costi di K, una situazione che può verificarsi.

Fig.8, chiarisce che le curve di costo e di ricavo per questa impresa sono tali da operare al costo medio minimo ed è tecnologicamente efficiente, tuttavia, se Q N o Q L fossero la produzione che massimizza il profitto, l'impresa continuerebbe comunque a operare anche se i costi sono superiori al minimo. In effetti, l'impresa può produrre Q M e tuttavia avere costi di K che non si trovano nemmeno sulla curva ATC.

Con i profitti economici e senza concorrenti, un monopolio può allentarsi in qualche modo nei suoi sforzi per contenere i costi; non sente la pressione costante per ridurre al minimo i costi di un'azienda in un ambiente più competitivo. Oppure può scegliere di spendere soldi per essere "socialmente responsabile".

Conseguenza # 2. Monopolio e innovazione:

Un costo aggiuntivo è per la ricerca e lo sviluppo (ricerca e sviluppo). In assenza di concorrenza, le imprese non devono utilizzare la tecnologia disponibile nella misura massima. Dato che le imprese monopolistiche non sono immediatamente minacciate dalla concorrenza, potrebbero sentirsi poco spinte a sviluppare nuovi metodi per ridurre i loro costi di produzione.

Inoltre / quando vengono alla luce nuovi metodi; le imprese monopolistiche a volte le sopprimono se questi metodi minano la loro presa sicura sul mercato. D'altra parte, la R & S è un modo per tenere un passo avanti rispetto ai possibili concorrenti e alcune aziende lo hanno utilizzato con grande efficacia. E poiché vi è una pressione minore per operare al minor costo, un monopolio potrebbe essere più disposto di un'impresa in un settore competitivo a mantenere strutture di ricerca avanzate.

Conseguenza # 3. Inefficienza allocativa:

Il monopolista che massimizza il profitto vende sempre a un prezzo superiore al costo marginale, il che si traduce automaticamente in inefficienza allocativa. Un semplice esempio illustrerà come un monopolio provoca un'allocazione inefficiente delle risorse. Supponiamo che viviamo in un'economia con due settori: doppietti e cinture in pelle. L'industria delle cinture è un monopolio e l'industria dei doppietti è puramente competitiva.

Entrambe le industrie sono in equilibrio ed entrambe operano a un livello di produzione a cui il costo marginale è uguale a Rs.5. Nel settore delle cinture, il prezzo è superiore al costo marginale: è Rs.8. In questa situazione le risorse non sono allocate in modo efficiente tra cinture e doppietti. Ci sono troppe risorse dedicate alla produzione di doppietti e troppo poche alla produzione di cinture.

Spostando risorse Rs.5 dal doppietto alla produzione di cinture, la società potrebbe produrre una cintura aggiuntiva. I consumatori perderebbero un doppio che valutano a Rs.5, ma starebbero meglio perché guadagnerebbero una cintura che valutano a Rs.8. Per ottenere un'allocazione più efficiente delle risorse, è necessario ridurre la produzione di doppietti e aumentare la produzione di cinghie.

Come regola generale, se il prezzo è maggiore del costo marginale (e non vi sono esternalità), il valore sociale marginale è maggiore del costo sociale marginale e la produzione di tale bene dovrebbe essere aumentata. In questo caso, il prezzo diminuirà e il costo marginale aumenterà fino a quando P = MC, o verrà raggiunta un'allocazione efficiente delle risorse. Se il prezzo è inferiore al costo marginale, dovrebbe verificarsi il contrario.

Nel nostro esempio, se l'industria della cinghia diventasse improvvisamente competitiva, la produzione della cinghia aumenterebbe perché il prezzo è maggiore del costo marginale. Il prezzo delle cinture diminuirebbe quando le risorse si spostassero dai doulet, fino a quando il prezzo di una cintura eguagliava il suo costo marginale. Seguirà efficienza allocativa.

 

Lascia Il Tuo Commento