5 fasi di un ciclo economico (con diagramma)

I cicli economici sono caratterizzati da boom in un periodo e crollo nel periodo successivo nelle attività economiche di un paese.

Queste fluttuazioni delle attività economiche sono definite come fasi dei cicli economici.

Le fluttuazioni vengono confrontate con il flusso e riflusso. Le fluttuazioni verso l'alto e verso il basso delle dimensioni economiche cumulative di un paese mostrano variazioni nelle diverse attività economiche in termini di produzione, investimenti, occupazione, crediti, prezzi e salari. Tali cambiamenti rappresentano diverse fasi dei cicli economici.

Le diverse fasi dei cicli economici sono mostrate nella Figura 1:

Ci sono sostanzialmente due fasi importanti in un ciclo economico che sono la prosperità e la depressione. Le altre fasi che sono espansione, picco, depressione e recupero sono fasi intermedie.

La Figura 2 mostra la rappresentazione grafica delle diverse fasi di un ciclo economico:

Come mostrato nella Figura 2, la linea di crescita costante rappresenta la crescita dell'economia quando non vi sono cicli economici. D'altra parte, la linea del ciclo mostra i cicli economici che si muovono su e giù lungo la linea di crescita costante. Le diverse fasi di un ciclo economico (come mostrato nella Figura 2) sono spiegate di seguito.

1. Espansione :

La linea del ciclo che si sposta sopra la linea di crescita costante rappresenta la fase di espansione di un ciclo economico. Nella fase di espansione, vi è un aumento di vari fattori economici, come produzione, occupazione, produzione, salari, profitti, domanda e offerta di prodotti e vendite.

Inoltre, nella fase di espansione, i prezzi del fattore di produzione e produzione aumentano contemporaneamente. In questa fase, i debitori sono generalmente in buone condizioni finanziarie per rimborsare i loro debiti; pertanto, i creditori prestano denaro a tassi di interesse più elevati. Ciò porta ad un aumento del flusso di denaro.

In fase di espansione, a causa dell'aumento delle opportunità di investimento, i fondi inutilizzati di organizzazioni o individui vengono utilizzati per vari scopi di investimento. Pertanto, in tal caso, l'afflusso e il deflusso di liquidità delle imprese sono uguali. Questa espansione continua fino a quando le condizioni economiche sono favorevoli.

2. Picco :

La crescita nella fase di espansione alla fine rallenta e raggiunge il suo picco. Questa fase è nota come fase di picco. In altre parole, la fase di picco si riferisce alla fase in cui l'aumento del tasso di crescita del ciclo economico raggiunge il limite massimo. Nella fase di picco, i fattori economici, come produzione, profitto, vendite e occupazione, sono più elevati, ma non aumentano ulteriormente. Nella fase di picco, c'è una graduale diminuzione della domanda di vari prodotti a causa dell'aumento dei prezzi degli input.

L'aumento dei prezzi degli input porta ad un aumento dei prezzi dei prodotti finali, mentre il reddito delle persone fisiche rimane costante. Questo porta anche i consumatori a ristrutturare il proprio budget mensile. Di conseguenza, la domanda di prodotti, come gioielli, case, automobili, frigoriferi e altri beni durevoli, inizia a diminuire.

3. Recessione :

Come discusso in precedenza, nella fase di picco, vi è una graduale diminuzione della domanda di vari prodotti a causa dell'aumento dei prezzi dei fattori di produzione. Quando il declino della domanda di prodotti diventa rapido e costante, si verifica la fase di recessione.

Nella fase di recessione, tutti i fattori economici, come produzione, prezzi, risparmio e investimenti, iniziano a diminuire. In generale, i produttori non sono consapevoli della diminuzione della domanda di prodotti e continuano a produrre beni e servizi. In tal caso, l'offerta di prodotti supera la domanda.

Nel tempo, i produttori realizzano il surplus di offerta quando il costo di fabbricazione di un prodotto è superiore al profitto generato. Questa condizione è stata inizialmente sperimentata da pochi settori e si è diffusa lentamente in tutti i settori.

Questa situazione viene inizialmente considerata come una piccola fluttuazione del mercato, ma poiché il problema esiste per un periodo più lungo, i produttori iniziano a notarlo. Di conseguenza, i produttori evitano qualsiasi tipo di ulteriore investimento nel fattore di produzione, come manodopera, macchinari e mobili. Ciò porta alla riduzione dei prezzi del fattore, con conseguente calo della domanda di input e output.

4. Depressione :

Durante la fase di depressione, le attività economiche di un paese diminuiscono al di sotto del livello normale. In questa fase, il tasso di crescita di un'economia diventa negativo. Inoltre, nella fase negativa, si registra un rapido declino delle entrate e delle spese nazionali.

In questa fase, diventa difficile per i debitori ripagare i propri debiti. Di conseguenza, il tasso di interesse diminuisce; pertanto, le banche non preferiscono prestare denaro. Di conseguenza, le banche affrontano la situazione di aumento dei loro saldi di cassa.

A parte questo, il livello della produzione economica di un paese diventa basso e la disoccupazione diventa alta. Inoltre, nella fase negativa, gli investitori non investono nei mercati azionari. Nella fase negativa, molte organizzazioni deboli lasciano le industrie o piuttosto si dissolvono. A questo punto, un'economia raggiunge il livello più basso di contrazione.

5. Recupero :

Come discusso in precedenza, nella fase negativa, un'economia raggiunge il livello più basso di contrazione. Questo livello più basso è il limite al quale l'economia si restringe. Una volta che l'economia tocca il livello più basso, sembra essere la fine del negativismo e l'inizio del positivismo.

Ciò porta all'inversione del processo del ciclo economico. Di conseguenza, gli individui e le organizzazioni iniziano a sviluppare un atteggiamento positivo nei confronti di vari fattori economici, quali investimenti, occupazione e produzione. Questo processo di inversione inizia dal mercato del lavoro.

Di conseguenza, le organizzazioni interrompono il licenziamento degli individui e iniziano a assumere, ma in numero limitato. In questa fase, i salari forniti dalle organizzazioni agli individui sono inferiori rispetto alle loro capacità e capacità. Questo segna l'inizio della fase di recupero.

Nella fase di recupero, i consumatori aumentano il loro tasso di consumo, poiché presumono che non vi sarebbe alcuna ulteriore riduzione dei prezzi dei prodotti. Di conseguenza, aumenta la domanda di prodotti di consumo.

Inoltre, nella fase di recupero, i banchieri iniziano a utilizzare i saldi di cassa accumulati diminuendo il tasso di prestito e aumentando gli investimenti in vari titoli e obbligazioni. Allo stesso modo, adottando un approccio positivo anche altri investitori privati ​​iniziano a investire nel mercato azionario. Di conseguenza, i prezzi dei titoli aumentano e il tasso di interesse diminuisce.

Il meccanismo dei prezzi svolge un ruolo molto importante nella fase di ripresa dell'economia. Come discusso in precedenza, durante la recessione il tasso al quale il prezzo del fattore di produzione scende è maggiore del tasso di riduzione dei prezzi dei prodotti finali.

Pertanto i produttori sono sempre in grado di guadagnare un determinato importo di profitto, che aumenta nella fase finale. L'aumento degli utili continua anche nella fase di recupero. Oltre a ciò, nella fase di recupero, alcuni dei beni strumentali ammortizzati sono sostituiti dai produttori e alcuni sono gestiti da loro. Di conseguenza, aumentano gli investimenti e l'occupazione da parte delle organizzazioni. Man mano che questo processo prende slancio, un'economia entra di nuovo nella fase di espansione. Pertanto, viene completato un ciclo economico.

 

Lascia Il Tuo Commento