Produzione: significato, definizione, tipi e fattori

Facciamo uno studio approfondito del significato, della definizione, dei tipi e dei fattori di produzione.

Significato della produzione :

Poiché lo scopo principale dell'attività economica è produrre utilità per gli individui, contiamo come produzione durante un periodo di tempo tutte le attività che creano utilità durante il periodo o che aumentano la capacità della società di creare utilità in futuro.

Le imprese sono componenti importanti (unità) del sistema economico.

Sono entità artificiali create da individui allo scopo di organizzare e facilitare la produzione. Le caratteristiche essenziali dell'impresa sono che acquista fattori di produzione come terra, lavoro, capitale, beni intermedi e materie prime da famiglie e altre imprese e trasforma tali risorse in diversi beni o servizi che vende ai suoi clienti, altre imprese e varie unità del governo anche all'estero.

Definizione di produzione :

Secondo Bates e Parkinson:

“La produzione è l'attività organizzata di trasformazione delle risorse in prodotti finiti sotto forma di beni e servizi; l'obiettivo della produzione è soddisfare la domanda di tali risorse trasformate ”.

Secondo JR Hicks:

"La produzione è qualsiasi attività diretta alla soddisfazione dei desideri degli altri attraverso lo scambio". Questa definizione chiarisce che, in economia, non trattiamo il semplice fare delle cose come produzione. Ciò che è fatto deve essere progettato per soddisfare i desideri.

Cosa non è produzione?

Fare o fare cose che non sono volute o fatte solo per divertimento non si qualifica come produzione. D'altra parte, tutti i lavori che mirano a soddisfare i desideri fanno parte della produzione.

Coloro che forniscono servizi come parrucchieri, avvocati, autisti di autobus, postini e impiegati fanno parte del processo di soddisfacimento dei desideri così come agricoltori, minatori, operai e fornai. Il test per stabilire se un'attività sia produttiva è se qualcuno acquisterà o meno il suo prodotto finale. Se compreremo qualcosa dobbiamo volerlo; se non siamo disposti ad acquistarlo, in termini economici non lo vogliamo.

Importanza di scambio :

Quindi dalla nostra definizione di cui sopra è chiaro che molte attività preziose come il lavoro svolto dalle persone nelle proprie case e giardini (il cosiddetto esercizio fai da te) e tutto il volontariato (come coaching gratuito, assistenza infermieristica gratuita, raccolta di abbonamento per una causa sociale come il soccorso inondazioni o il terremoto) si aggiunge immensamente alla qualità della vita, ma non esiste un modo pratico per misurare il loro valore economico (valore).

Ciò premesso, e poiché in economia un compito importante è misurare i cambiamenti nel volume di produzione, è necessario aggiungere la clausola qualificante "attraverso lo scambio", ovvero, in cambio di denaro, alla definizione di produzione.

Tre tipi di produzione :

Per scopi generali, è necessario classificare la produzione in tre gruppi principali:

1. Produzione primaria:

La produzione primaria viene effettuata da industrie "estrattive" come l'agricoltura, la silvicoltura, la pesca, l'estrazione mineraria e l'estrazione petrolifera. Queste industrie sono impegnate in attività come l'estrazione dei doni della natura dalla superficie terrestre, da sotto la superficie terrestre e dagli oceani.

2. Produzione secondaria:

Ciò include la produzione nell'industria manifatturiera, vale a dire la trasformazione di semilavorati e prodotti finiti da materie prime e merci intermedie: conversione di farina in pane o minerale di ferro in acciaio finito. Sono generalmente descritti come industrie manifatturiere e edili, come la produzione di automobili, arredamento, abbigliamento e prodotti chimici, nonché ingegneria e costruzione.

3. Produzione terziaria:

Le industrie del settore terziario producono tutti quei servizi che consentono ai prodotti finiti di essere messi nelle mani dei consumatori. In effetti, questi servizi sono forniti alle imprese in tutti i tipi di industria e direttamente ai consumatori. Gli esempi riguardano commercianti distributivi, banche, assicurazioni, trasporti e comunicazioni. Sono inclusi anche i servizi governativi, come legge, amministrazione, istruzione, sanità e difesa.

Uscita :

Qualsiasi attività connessa al guadagno e alla spesa in denaro viene definita attività economica. La produzione è un'importante attività economica. Si traduce nella produzione (creazione) di un'enorme varietà di beni e servizi economici.

Fattori di produzione :

La produzione di un prodotto o servizio richiede l'uso di determinate risorse o fattori di produzione. Poiché la maggior parte delle risorse necessarie per portare avanti la produzione sono scarse rispetto alla domanda per esse, sono chiamate risorse economiche.

Le risorse, che chiameremo fattori di produzione, sono combinate in vari modi, da aziende o imprese, per produrre un flusso annuale di beni e servizi.

Tabella 5.1: Una classificazione dei fattori di produzione:

Ogni fattore ottiene una ricompensa sulla base del suo contributo al processo di produzione, come mostrato nella tabella.

In effetti, le risorse di qualsiasi comunità, indicate come i suoi fattori di produzione, possono essere classificate in diversi modi, ma è comune raggrupparle in base a determinate caratteristiche che possiedono. Se teniamo presente che la produzione di beni e servizi è il risultato di persone che lavorano con risorse naturali e con attrezzature come strumenti, macchinari ed edifici, si può facilmente ottenere una classificazione generalmente accettabile. La tradizionale divisione dei fattori di produzione distingue lavoro, terra e capitale, con un quarto fattore, l'impresa, a volte separato dal resto.

Le persone coinvolte nella produzione usano le loro capacità e sforzi per fare cose e fare ciò che sono desiderati. Questo sforzo umano è noto come lavoro. In altre parole, il lavoro rappresenta tutte le risorse umane. Le risorse naturali che le persone usano sono chiamate terra. E l'equipaggiamento che usano è chiamato capitale, che si riferisce a tutte le risorse artificiali.

I primi tre fattori: terra; il lavoro e il capitale non funzionano in modo indipendente o isolato. È necessario combinare questi fattori e coordinare le loro attività. Questa duplice funzione è svolta dall'organizzatore o dall'imprenditore.

Ma questa non è l'unica funzione dell'imprenditore. In effetti, la produzione non può mai avvenire senza un certo rischio; la decisione di produrre qualcosa deve essere presa in previsione della domanda e ci deve essere qualche elemento di incertezza sulla materializzazione della domanda.

Pertanto, l'assunzione del rischio o l'impresa possono essere considerati come un quarto fattore di produzione e i responsabili dell'assunzione di tali rischi sono generalmente indicati come imprenditori (vedere il riquadro seguente che si spiega da sé). Ora possiamo studiare la natura e le caratteristiche di quattro fattori in questo contesto. Ma prima di procedere oltre, possiamo fare un riferimento passante alla mobilità dei fattori.

(1) Terra e risorse naturali :

In economia il termine terra è usato in senso lato per indicare tutte le risorse naturali o i doni della natura. Come ha affermato il Penguin Dictionary of Economics: “La terra in economia non significa semplicemente quella parte della superficie terrestre non coperta dall'acqua, ma anche tutti i doni gratuiti della natura come i minerali, la fertilità del suolo, nonché le risorse di mare. La terra fornisce sia spazio che risorse specifiche ”.

Dalla definizione di cui sopra, è abbastanza chiaro che la terra comprende terreni agricoli e edificabili, foreste e depositi minerali. Pesca, fiumi, laghi, ecc. Tutte quelle risorse naturali (o doni della natura) che ci aiutano (i membri della società) a produrre beni e servizi utili. In altre parole, la terra include non solo la superficie terrestre, ma anche i pesci nel mare, il calore del sole che aiuta ad asciugare l'uva e trasformarli in resine, la pioggia che aiuta gli agricoltori a coltivare le colture, la ricchezza minerale sotto il superficie della terra e così via.

Caratteristiche :

La terra ha alcune caratteristiche importanti:

1. Fornitura fissa:

La superficie totale della terra (nel senso della superficie disponibile per gli uomini) è fissa. Pertanto, l'offerta di terre è strettamente limitata. È senza dubbio possibile aumentare in una certa misura l'offerta di terra in una determinata regione attraverso la bonifica di terreni dalle aree marittime o la deforestazione. Ma questo è spesso compensato da vari tipi di erosione del suolo. Il risultato finale è che i cambiamenti nell'area totale sono davvero insignificanti. Naturalmente, l'offerta effettiva di terreni agricoli (agricoli) può essere aumentata mediante drenaggio, irrigazione e utilizzo di fertilizzanti.

Di conseguenza, i prezzi dei terreni e delle risorse naturali tendono ad essere estremamente sensibili ai cambiamenti nella domanda dei consumatori, aumentando bruscamente se diventano più desiderabili. In questo contesto, possiamo riferirci al forte aumento del prezzo dei terreni edificabili a Bombay negli ultimi cinquant'anni. Tuttavia, le nuove scoperte sono spesso stimolate dai prezzi elevati (come nel caso della zona del Lago Salato di Calcutta), e come quella del petrolio nel Mare del Nord del Regno Unito, che tendono a moderare gli aumenti dei prezzi.

2. Usi alternativi:

Sebbene l'offerta totale di terra sia fissa, la terra ha usi alternativi. Lo stesso appezzamento di terra può essere utilizzato per creare fabbriche o per coltivare grano o canna da zucchero o persino per costruire uno stadio. Ciò significa che la fornitura di terra a un uso particolare è abbastanza (se non del tutto) elastica. Ad esempio, la quantità di terra utilizzata per la coltivazione del pomodoro può essere aumentata coltivando meno di altre colture (ad es. Cavolfiore). L'offerta di terreni edificabili può essere aumentata riducendo la superficie agricola.

3. Nessun costo di produzione:

Poiché la terra è un dono della natura, non ha costi di produzione. Poiché la terra esiste già, non è necessario sostenere costi per crearla. In questo senso, la terra differisce sia dal lavoro (che deve essere allevato, educato e formato) sia dal capitale (che deve essere creato usando il lavoro e altre risorse scarse o spendendo denaro).

Quindi, logicamente ne consegue che l'intero ritorno dalla terra - chiamato affitto - è un reddito eccedente (almeno dal punto di vista della società). Come ha giustamente affermato Stanlake, "qualsiasi aumento del valore delle risorse naturali dovuto all'aumento della popolazione e all'aumento dei redditi si accumula per i proprietari di queste risorse come un guadagno inaspettato - non deriva da alcuno sforzo da parte loro".

Tuttavia, l'argomento sopra non è valido oggi. In effetti, gran parte dei servizi di terra richiedono spese di risorse per ottenerli o mantenerli e quindi sono spesso chiamati capitale (cioè mezzi di produzione prodotti). Quindi la terra, come fattore di produzione, è "veramente distinta" dal capitale.

4. Differenze di fertilità:

Un'altra caratteristica importante della terra è che non è omogenea. Tutti i gradi (appezzamenti) di terra non sono ugualmente produttivi o fertili. Alcuni gradi di terra sono più produttivi di altri. E Ricardo ha sostenuto che l'affitto deriva non solo dalla scarsità di terra come fattore, ma anche dalle differenze nella fertilità del suolo.

5. Funzionamento della legge del rendimento decrescente:

Infine, possiamo fare riferimento a una caratteristica speciale della terra, non condivisa da altri fattori. In effetti, la produzione su terra è soggetta al funzionamento della legge del rendimento decrescente. Come ha affermato Alfred Marshall "mentre la parte che la natura svolge nella produzione mostra una tendenza a un ritorno decrescente, la parte che l'uomo svolge mostra una tendenza a un ritorno crescente".

Ciò significa semplicemente che man mano che sempre più lavoratori vengono impiegati nello stesso appezzamento di terreno, la produzione per lavoratore diminuirà gradualmente (poiché ogni lavoratore aggiuntivo contribuirà sempre meno al prodotto totale). La legge del rendimento decrescente si riferisce al prodotto marginale decrescente del fattore variabile.

Mobilità :

La terra non è geograficamente mobile. Ma è professionalmente mobile. Nella maggior parte dell'India, ad esempio, la terra ha molti usi alternativi. Potrebbe essere utilizzato per terreni agricoli, strade, ferrovie, compagnie aeree, parchi pubblici, campi da gioco, abitazioni residenziali, edifici per uffici, complessi commerciali e così via. Alcuni terreni, ad esempio in zona collinare, ad esempio Shillong o Darjeeling, hanno un grado estremamente limitato di mobilità professionale, utile forse per il pascolo delle pecore, il campo da golf o come centro turistico.

Ritorno :

Il reddito ricevuto dal proprietario della terra è noto come affitto. Si può notare che l'affitto è generalmente pagato per qualcosa di più dell'uso della terra o di un'altra risorsa naturale, ma include anche un elemento di pagamento per un altro fattore che è coinvolto nel rendere la risorsa disponibile in una forma utilizzabile.

Un esempio di questo è il lavoro che aiuta nel processo di portare in superficie i minerali. Il minerale di ferro è inutile mentre è ancora sottoterra. La produttività e il valore dei terreni possono essere aumentati se migliorati con fertilizzanti, irrigazione e costruzione di recinti ed edifici. Quindi l'affitto pagato per questo tipo di terra fertile è piuttosto un tipo misto di reddito fattoriale.

(2) Lavoro :

Come la terra, anche il lavoro è un fattore primario di produzione. La caratteristica distintiva del fattore di produzione, chiamato lavoro, è che fornisce un servizio umano. Si riferisce a effetti umani di qualsiasi tipo - fisici e mentali - che sono diretti alla produzione di beni e servizi. "Lavoro" è il nome collettivo dato ai servizi produttivi incarnati nello sforzo fisico, nell'abilità, nei poteri intellettuali umani, ecc.

Come tale, ci sono diversi tipi di input di lavoro, che variano in termini di sforzo e contenuto di abilità, e in particolare tipi di contenuto di abilità. Pertanto, come la "terra", il lavoro non è omogeneo. Il termine comprende funzioni amministrative, amministrative e amministrative nonché lavori manuali qualificati e non qualificati.

Terra e lavoro:

Il lavoro differisce dalla terra in modo importante. Mentre la terra è una riserva, il lavoro è un flusso. Il termine "lavoro" è usato per riferirsi al flusso del servizio del lavoro per unità di tempo. Quindi il lavoro è deperibile. Se non utilizziamo la forza lavoro di oggi, una quantità corrispondente di grandi dimensioni non sarà resa disponibile domani (e in futuro).

Un punto correlato, ma importante, dovrebbe essere notato in questo contesto. Il lavoratore vende i suoi servizi sul mercato, ma conserva il suo capitale (capacità lavorativa). In altre parole, ciò che viene acquistato e venduto è il servizio del lavoro, non del lavoro stesso. Un'impresa non può comprare e vendere lavoro allo stesso modo in cui può comprare terra e capitale.

Doppio ruolo :

Un altro punto importante da notare è che il lavoro non è solo un fattore di produzione. Il fornitore di lavoro - il lavoratore - è anche un consumatore. Pertanto, il lavoro svolge un duplice ruolo in un'economia moderna. Il lavoro è sia il soggetto che l'oggetto della produzione.

Ciò significa due cose:

(1) Che la produzione di qualsiasi cosa richieda l'uso del lavoro come fattore, e

(2) Che quasi tutto sia prodotto per soddisfare le esigenze dei lavoratori, che sono i principali consumatori. In effetti, qualsiasi attività economica ha luogo per soddisfare i consumatori. Inoltre, la domanda di consumo fornisce agli imprenditori l'incentivo a intraprendere la produzione.

Peculiarità del lavoro come fattore :

Nell'esaminare i mercati del lavoro, è importante riconoscere che il lavoro ha una serie di caratteristiche speciali che lo distinguono dalle materie prime ordinarie.

1. In primo luogo, le transazioni sul mercato del lavoro sono particolarmente significative per:

In primo luogo, le transazioni sul mercato del lavoro sono particolarmente significative per il singolo lavoratore. Gran parte dello stile di vita e delle relazioni di una persona dipendono dal lavoro che svolge. Inoltre, l'impiego del lavoro implica un rapporto personale continuo tra datori di lavoro e dipendenti, mentre le transazioni nel mercato dei beni sono spesso brevi e impersonali.

2. Il lavoro è un fine e significa in sé:

Una merce è solo un mezzo di produzione e l'oggetto della produzione è il suo consumo da parte del lavoro. Il lavoro, quindi, diventa un mezzo per il suo fine.

3. In terzo luogo, l'individuo vende i suoi servizi ma non se stesso:

Il datore di lavoro, tuttavia, deve essere in grado di esercitare un certo controllo o autorità sulle azioni dei dipendenti. Questa non è una questione molto semplice, che può essere coperta in modo inequivocabile da un contratto di lavoro. Una grande quantità di energia è stata dedicata alla pianificazione di sistemi per la direzione dei dipendenti, e anche un breve esame dello stato delle relazioni industriali nella maggior parte dei paesi mostra che resta ancora molto da fare.

4. Il lavoro è inseparabile dal lavoratore:

In altre parole, il lavoro e il lavoratore vanno insieme. Quando il venditore vende una merce non necessariamente va con la merce. Ma il lavoro può fornire il suo lavoro solo quando lo accompagna. Inoltre, quando un venditore vende un prodotto, si separa da esso. Ma quando un lavoratore vende il suo lavoro, mantiene la qualità con lui. Può ottenere la soddisfazione dei suoi servizi, ma non può essere separato dal lavoro.

5. In quinto luogo, l'individuo deve essere presente quando si utilizzano i servizi del lavoro e quindi una quinta caratteristica è che i servizi del lavoro non sono trasferibili:

Ad esempio, una persona che ha accettato di svolgere determinati compiti non può trasferire i suoi servizi a qualcun altro per svolgere il lavoro, mentre fa qualcos'altro. Ciò contrasta con le merci che possono essere trasferite tra gli individui.

Una conseguenza della necessità di "fornire" i servizi personalmente è che i dipendenti hanno una visione chiara di come i loro servizi dovrebbero essere utilizzati. Le condizioni di lavoro sono di fondamentale importanza per i lavoratori. Significa anche che i lavoratori devono vivere vicino al luogo di lavoro. La posizione può influire in modo significativo sulle decisioni del mercato del lavoro.

6. In sesto luogo, i servizi di manodopera non possono essere immagazzinati:

Il lavoro non può essere "salvato" o conservato per un uso futuro (sebbene il riposo possa migliorare le prestazioni in una certa misura).

7. Il lavoro è deperibile:

Una merce, se non viene smaltita oggi, può essere smaltita il giorno successivo e potrebbe non perdere il suo valore. Il lavoro, tuttavia, è deperibile in questo che se il lavoratore non è in grado di vendere i suoi servizi per un giorno, non può ottenere il valore per quel giorno. È perso per sempre; è per questo che il lavoro ha un debole potere contrattuale.

8. Il lavoro è influenzato dall'ambiente circostante:

Una merce è di solito molto influenzata da ciò che la circonda; un lavoratore è molto influenzato dall'ambiente circostante perché è un essere vivente. Pertanto, qualsiasi cambiamento nell'atmosfera ha un effetto sui suoi sentimenti di salute ecc.

9. L'offerta di lavoro è indipendente dalla sua domanda:

Nel caso della maggior parte delle merci vediamo che l'offerta varia di solito con la domanda, ma in caso di lavoro la sua offerta non è in alcun modo correlata alla domanda. Entrambi sono determinati da diversi fattori.

10. Infine, i servizi per il lavoro sono potenziati dalla formazione:

L'acquisizione di abilità è spesso un processo lungo e costoso. Tuttavia, gli adeguamenti nel mercato del lavoro, come aumentare l'offerta di una particolare competenza, spesso richiedono molto tempo. Ciò significa anche che gli individui di solito non si allenano per più di un'occupazione in quanto hanno solo una vita lavorativa limitata sulla quale giustificare l'investimento.

Mobilità del lavoro :

La mobilità del lavoro ha due aspetti:

(a) La mobilità spaziale o geografica del lavoro, che si riferisce alla velocità con cui i lavoratori si spostano tra aree geografiche e regioni in risposta alle differenze salariali e di disponibilità di posti di lavoro (ad esempio, un lavoratore del Bengala occidentale che si trasferisce a Mumbai) e

(b) La mobilità professionale del lavoro che si riferisce alla misura in cui i lavoratori cambiano le professioni o le competenze in risposta alle differenze salariali o di disponibilità di posti di lavoro (ad esempio, un lavoratore di iuta che si unisce a un orto).

Apparentemente può sembrare che il lavoro sia il più mobile di tutti i fattori, sia dal punto di vista professionale che geografico. I lavoratori possono spostarsi liberamente da un settore all'altro e da una regione all'altra.

Ricompensa :

La ricompensa o il prezzo che viene pagato alla manodopera in cambio dei servizi che svolge è noto come salario o stipendio. I salari di un uomo sono associati alla sua produttività o efficienza e questo, a sua volta, dipende da una varietà di fattori tra cui l'istruzione e la formazione professionale che ha ricevuto, la sua abilità innata e la misura in cui è motivato a fare del suo meglio il lavoro che sta facendo.

In generale, l'offerta di lavoro varia direttamente con salari e indennità. Normalmente, quando i salari sono relativamente bassi, aumenti dei salari tenderanno a determinare un aumento dell'offerta di lavoro. Tuttavia, poiché i salari continuano a salire, alla fine arriva un momento in cui salari più alti (redditi) rendono il tempo libero più attraente.

Quando i redditi sono relativamente alti, quindi, i salari più alti possono effettivamente portare a un calo del numero di ore lavorate (e, quindi, della quantità di lavoro offerto da un singolo lavoratore). Ecco perché la curva di offerta del lavoro si ripiega a sinistra e questo è spesso citato come un'importante eccezione alla legge (empirica) della fornitura.

(3) Capitale :

Il capitale, il terzo agente o fattore è il risultato del lavoro passato e viene utilizzato per produrre più beni. Pertanto, il capitale è stato definito come "mezzo di produzione prodotto". È una risorsa creata dall'uomo. In un certo senso, qualsiasi prodotto di lavoro e terra che è riservato per l'uso nella produzione futura è capitale.

Per dirla più chiaramente, il capitale è quella parte della ricchezza che non viene utilizzata ai fini del consumo ma viene utilizzata nel processo di produzione. Strumenti e macchinari, buoi e aratri, semi e fertilizzanti, ecc. Sono esempi di capitale. Abbiamo già identificato alcune cose descritte come capitale nella nostra discussione sui beni dei produttori.

Anche nei tempi antichi, il capitale è stato creato per la produzione di cibo, la caccia di animali e per il trasporto di merci. In quella fase i beni strumentali consistevano in strumenti e strumenti semplici. Anche nei paesi meno sviluppati viene utilizzato del capitale. In tali paesi le persone usano aratri, asce, archi e frecce semplici e borse di cuoio per trasportare l'acqua.

In questo contesto si può sottolineare che lo stesso articolo può, in un momento, essere un bene di consumo e, in un altro momento, capitale, a seconda dell'uso a cui è destinato. Pertanto, se un medico esce nella sua auto per esaminare un paziente, sta usando la sua auto come capitale. Ma se esce per un giro di gioia nella sua auto, lo sta usando come un bene di consumo. Allo stesso modo, quando il carbone viene utilizzato in una fabbrica, è capitale, ma quando il carbone viene utilizzato come combustibile domestico, è un buon consumo.

Gli economisti usano il termine capitale per indicare i beni usati per l'ulteriore produzione. Nel mondo degli affari, tuttavia, il capitale è sempre espresso in termini di denaro. Se viene chiesto a un uomo d'affari, "Qual è il tuo capitale?", Citerà sempre una somma di denaro. Ma il denaro non è capitale perché il denaro, da solo, non può produrre nulla.

L'uomo d'affari pensa al denaro come capitale perché può facilmente convertire il denaro in risorse reali come strumenti, macchine e materie prime e utilizzare queste risorse per la produzione di beni. Anche il capitale viene misurato in termini di denaro. Quindi la quantità di risorse utilizzate o possedute da un uomo d'affari viene convenientemente espressa come somma di denaro.

Classificazione del capitale :

Il capitale può essere classificato in due grandi categorie quello che viene utilizzato nel corso della produzione e quello che non lo è.

Capitale fisso e circolante:

Capitale fisso significa capitale durevole come strumenti, macchinari ed edifici industriali, che può essere utilizzato a lungo. Cose come materie prime, semi e carburante, che possono essere utilizzati solo una volta nella produzione sono chiamati capitale circolante. Il capitale circolante si riferisce ai fondi incorporati in azioni e in corso di lavorazione o in altre attività correnti anziché in attività fisse. Si chiama anche capitale circolante.

Due caratteristiche del capitale :

Due importanti caratteristiche del capitale sono:

In primo luogo, comporta un sacrificio, poiché le risorse sono dedicate alla produzione di beni strumentali non consumabili anziché di beni per il consumo immediato. In secondo luogo, migliora la produttività degli altri fattori, vale a dire terra e lavoro.

In effetti, è questa maggiore produttività che rappresenta la ricompensa per il sacrificio coinvolto nella creazione di capitale. Quindi possiamo prevedere che il nuovo capitale viene creato solo fintanto che la sua produttività è almeno sufficiente a compensare coloro che compiono i sacrifici coinvolti nella sua creazione. Queste due funzionalità possono ora essere discusse in dettaglio.

Formazione del capitale :

Le persone usano beni capitali come macchine, attrezzature, ecc. Perché i beni capitali sono i creatori di altri beni. Ma questa non è tutta la verità. Le persone usano il capitale per un altro motivo importante per produrre beni con meno sforzo e costi inferiori rispetto a quelli che accadrebbero se il lavoro non fosse assistito dal capitale. Ma per usare i beni capitali le persone devono prima produrli. Ciò richiede un sacrificio del consumo attuale.

Quando le persone usano il loro lavoro per produrre beni capitali come le macchine tessili, possono usare lo stesso lavoro per produrre beni di consumo come i tessuti. Come ha affermato Stanlake "Il costo opportunità dei beni capitali è la potenziale produzione di beni di consumo che deve essere rinunciata per produrre quel capitale, la produzione di capitale richiede l'astinenza dal consumo attuale".

Fattori che influenzano la formazione del capitale:

La creazione di capitale dipende da due cose:

(a) Risparmio e (b) una diversione di risorse (dalla produzione di beni di consumo per soddisfare le esigenze attuali alla produzione di beni di capitale per soddisfare le esigenze future). Il risparmio è la differenza tra reddito corrente e consumo corrente. In altre parole, è l'atto di rinunciare al consumo attuale.

Significa che le risorse altrimenti utilizzate per produrre beni di consumo sono destinate alla produzione di beni capitali. Se le persone scelgono di non acquistare alcuni beni di consumo, con una parte del loro reddito attuale, si astengono dall'acquistare (utilizzando) i servizi dei fattori richiesti per produrre tali beni.

Questi fattori potrebbero pertanto rimanere inattivi. Ma questi risparmi possono essere presi in prestito e utilizzati da imprese (imprenditori) per finanziare la costruzione di beni capitali. Questo è il secondo passo: la diversione delle risorse per la produzione di beni di consumo alla produzione di beni capitali (produttori). Si può notare che il risparmio rende possibile l'accumulazione di capitale. Non lo causa.

In breve, la formazione di capitale dipende dal risparmio, che a sua volta dipende da due cose:

(1) La capacità di salvare e

(2) Il desiderio di salvare.

La capacità di risparmio dipende dal reddito e dall'esistenza di istituti di risparmio come banche, compagnie assicurative, uffici postali, borse, ecc. Se il reddito è basso, anche i risparmi saranno bassi. Anche se il reddito è elevato, i risparmi saranno bassi in assenza delle succitate istituzioni di risparmio.

Il desiderio di salvare dipende da

(1) il tasso di interesse e (2) la stabilità del valore del denaro (ovvero il tasso di inflazione).

Se il tasso di interesse è elevato, le persone saranno ansiose di risparmiare di più riducendo il loro consumo attuale. Le persone saranno anche desiderose di risparmiare di più se si aspettano che in futuro esista una ragionevole stabilità dei prezzi nell'economia.

Mobilità del capitale :

Il capitale è geograficamente e dal punto di vista professionale mobile. Tuttavia, una certa porzione del capitale di una nazione che comprende elementi quali reti ferroviarie, altiforni e cantieri navali sono attrezzature altamente specializzate e sono praticamente immobili in senso geografico. È fisicamente possibile smantellarli e spostarli in diversi siti o posizioni, ma il costo per farlo sarà così grande che non sarà economicamente fattibile farlo.

Tali apparecchiature non sono nemmeno mobili dal punto di vista professionale. Ciascuna di tali apparecchiature può essere utilizzata solo per uno scopo specifico. Tuttavia, molti edifici possono essere sfruttati meglio. Molti dei vecchi edifici usati come cinema o proprietà di dio nella zona settentrionale di Calcutta sono stati smantellati e convertiti in edifici a più piani.

Alcune apparecchiature di capitale sono mobili sia in senso geografico che professionale. Esempi di tali apparecchiature capitali sono motori elettrici, macchine utensili, utensili manuali, macchine da scrivere e camion. Tali apparecchiature possono essere utilizzate in modo efficace in un'ampia varietà di settori e sono in grado di spostarsi da una sede all'altra a costi molto contenuti.

Ritorno :

Il guadagno del capitale, cioè il prezzo che deve essere pagato per questo, è noto come interesse. Se indicato come percentuale del capitale, che rappresenta la somma pagata da un mutuatario che ha bisogno di finanziamenti per acquistare un pezzo di capitale.

(4) Azienda (organizzazione) :

Significato :

L'organizzazione, come fattore di produzione, si riferisce al compito di riunire terra, lavoro e capitale. Implica l'istituzione di un coordinamento e di una cooperazione tra questi fattori. Il responsabile dell'organizzazione è noto come un organizzatore o un imprenditore. Pertanto, l'imprenditore è la persona che si occupa della supervisione dell'organizzazione della produzione e della definizione della politica necessaria in materia di affari.

Funzioni o ruolo dell'imprenditore :

L'imprenditore nel mondo degli affari moderno svolge le seguenti utili funzioni:

1. Processo decisionale:

Il compito principale di un imprenditore è decidere la politica di produzione. Un imprenditore deve determinare cosa produrre, come produrre, dove produrre, quanto produrre, come vendere e così via. Inoltre, deve decidere l'entità della produzione e la proporzione in cui combina i diversi fattori che impiega. In breve, deve prendere le decisioni aziendali vitali relative all'acquisto di fattori produttivi e alla vendita dei prodotti o servizi finiti.

2. Controllo di gestione:

Gli scrittori precedenti consideravano il controllo di gestione una delle principali funzioni dell'imprenditore. La gestione e il controllo del business sono condotti dallo stesso imprenditore. Quindi, quest'ultimo deve possedere un alto grado di capacità di gestione per selezionare il giusto tipo di persone con cui lavorare. Ma l'importanza di questa funzione è diminuita, poiché il business oggi è sempre più gestito da gestori pagati.

3. Divisione del reddito:

La prossima funzione principale dell'imprenditore è quella di prendere le disposizioni necessarie per la divisione del reddito totale tra i diversi fattori di produzione impiegati da lui. Anche se c'è una perdita nel business, deve pagare l'affitto, gli interessi; salari e altre entrate contrattuali derivanti dalla vendita realizzata procedere.

4. Assunzione di rischi e incertezza:

L'assunzione di rischi è forse la funzione più importante di un imprenditore. La produzione moderna è molto rischiosa poiché un imprenditore è tenuto a produrre beni o servizi in previsione della sua domanda futura. In generale, ci sono due tipi di rischio che deve affrontare.

In primo luogo, ci sono alcuni rischi, come rischi di incendio, perdita di merci durante il trasporto, furto, ecc., Che possono essere assicurati. Questi sono noti come rischi misurabili e assicurabili. In secondo luogo, tuttavia, alcuni rischi non possono essere assicurati perché la loro probabilità non può essere calcolata con precisione. Questi costituiscono ciò che viene chiamato incertezza (ad esempio, rischio competitivo, rischio tecnico, ecc.). L'imprenditore si assume entrambi questi rischi nella produzione.

5. Innovazione:

Un'altra funzione distintiva dell'imprenditore, come sottolineato da Schumpeter, è fare invenzioni frequenti - invenzione di nuovi prodotti, nuove tecniche e scoprire nuovi mercati - per migliorare la sua posizione competitiva e aumentare i guadagni.

Importanza dell'impresa :

La descrizione di cui sopra indica la posizione suprema dell'imprenditore nella produzione. Ciò è particolarmente vero nell'economia capitalistica o persino mista, che si basa sul sistema prezzo-profitto. Nell'economia socialista, lo stato diventa imprenditore; la portata dell'imprenditore privato è estremamente limitata in tale economia.

Va notato che l'importanza dell'imprenditore è in declino con la crescita delle società per azioni e delle imprese statali. Ciò è dovuto al fatto che il rischio è a carico degli azionisti e il controllo quotidiano dell'attività è generalmente nelle mani di manager o amministratori delegati stipendiati.

Un fattore separato :

Alcuni economisti ritengono che le suddette funzioni imprenditoriali non siano diverse da quelle di una forma di lavoro particolare e specializzata. Sottolineano che il rischio non è qualcosa di peculiare per l'imprenditore.

Molti tipi di lavoro devono correre dei rischi. Ad esempio, il minatore o l'hostess corre il rischio di lesioni personali e la vita e la maggior parte delle forme di lavoro corrono il rischio di disoccupazione. Ma l'impresa è un fattore separato perché i primi tre fattori sono sostituibili in una certa misura, ma il quarto fattore è un fattore specifico e non può essere sostituito da nessun altro fattore.

Mobilità :

Enterprise sembra essere il più mobile di tutti e quattro i fattori. È necessario formare la manodopera per svolgere un compito specifico in un determinato settore (ad esempio, servizi di trasporto su strada, attività alberghiere o operazioni informatiche). Una volta che il lavoro è stato addestrato per un compito specifico appropriato per un determinato settore, non può essere trasferito facilmente e rapidamente in un altro settore per svolgere un lavoro completamente diverso. Ma le funzioni di base dell'organizzazione, gestione e assunzione dei rischi sono le stesse in tutti i settori.

Qualunque sia la natura, la durata e l'estensione dell'attività economica e dell'imprenditore deve raccogliere capitali per organizzare i fattori di produzione e prendere determinate decisioni fondamentali su cosa, come e dove produrre. Il funzionamento efficiente di un'impresa, indipendentemente dalla sua natura e forma, dipende da alcuni rapporti umani e qualità umane come iniziativa, capacità organizzativa di leadership e capacità di controllo.

Pochissime persone hanno queste rare qualità. Ma quelli che hanno tali qualità sono in grado di operare in modo efficace ed efficiente in quasi tutti i settori.

Ritorno :

Il ritorno all'imprenditore è profitto. Il profitto è la ricompensa per una condotta aziendale di successo.

 

Lascia Il Tuo Commento