Funzione di welfare di economia sociale (con diagramma)

In questo articolo discuteremo della funzione di benessere sociale dell'economia, spiegata con l'aiuto di un diagramma adatto.

Il principio di compensazione vuole solo sapere se i perdenti potrebbero essere compensati; non ci dice che i perdenti dovrebbero essere effettivamente compensati. Si sostiene che sia necessario prevedere un risarcimento e in che modo: tutte queste sono questioni morali.

Un altro problema con i criteri di compensazione è che si confrontano solo tra alcune alternative per dirci qual è la più desiderabile di queste alternative, ma non ci dicono lo stato che raggiunge il massimo benessere possibile. Secondo alcuni economisti, Abram Bergson nel 1938 suggerì per la prima volta che i problemi con i criteri di compensazione potevano essere risolti considerando una funzione di assistenza sociale.

La funzione di welfare sociale (SWF) è una sorta di mappa dell'indifferenza sociale costituita dalle curve di indifferenza sociale (SIC). Una SIC offre le varie combinazioni di utilità dei due individui che compongono la società, che si traducono nello stesso livello di benessere sociale (W). Per mostrarlo schematicamente, denotiamo le utilità dei due consumatori di U I e U II .

Il file SWF è quindi:

W = f (U I, U II ).

I SIC sono stati mostrati in Fig. 21.7. Ognuno di loro mostra le diverse combinazioni di U I e U II che danno un particolare livello di benessere sociale (W). I SIC hanno un'inclinazione negativa perché, poiché sto migliorando, II deve essere peggiorato, per darci lo stesso W.

Se, alla combinazione iniziale (U I, U II ), entrambi gli individui, o uno qualsiasi di essi, venissero migliorati, il livello di utilità dell'altro rimanesse lo stesso, ciò comporterebbe un livello più alto di W e la società si sposterebbe verso un SIC superiore. In Fig. 21.7, W 2 rappresenta un livello di benessere sociale più elevato di W 1 .

Notiamo che i SIC non devono essere convessi o concavi all'origine. Perché qui non vi è alcuna regola che all'aumentare di U I U II cadrà a un ritmo decrescente o crescente. Una volta formulati SWF e SIC, siamo ben attrezzati per confrontare le diverse politiche e scoprire le politiche che massimizzano il benessere sociale in base alle risorse economiche disponibili.

Ma come possiamo ottenere, o chi deve determinare, le combinazioni di U I e U II che darebbero alla società lo stesso livello di benessere o, chi è di determinare le combinazioni che non darebbero lo stesso, ma un livello inferiore? o più alto livello di benessere sociale? In una dittatura, il dittatore svolge questa funzione. Qui SWF e SIC riflettono i giudizi di valore del dittatore.

In una democrazia, i giudizi di valore devono essere determinati collettivamente dai membri della società. Le persone possono esprimere i loro giudizi di valore mediante votazione. Ma Arrow ha sottolineato che il benessere sociale non può essere valutato con un voto democratico. Questo è noto come teorema dell'impossibilità di Arrow.

Secondo Arrow, le scelte di welfare sociale dovrebbero essere transitive, cioè se la situazione A è preferita alla situazione B e B è preferita a C, quindi A è preferita a C. Considerando il presupposto della transitività, consideriamo ora le seguenti classifiche di tre politiche A, B e C di tre individui I, II e III (il numero più basso indica un grado più alto).

Dalle classifiche di cui sopra otteniamo: gli individui I e II preferiscono la politica A alla politica B. Pertanto, un voto di maggioranza tra le politiche A e B porterà alla scelta di A. Ancora una volta I e III preferiscono B a C. Quindi una maggioranza il voto tra B e C porterà alla scelta di B. Pertanto, si ottiene che A sia preferito a B e B sia preferito C. Ciò implicherebbe, a causa della transitività, che A sia preferito a C.

Pertanto, se la transitività è valida, otteniamo che A sia preferito a B e A sia preferito a C. Pertanto, il voto democratico ci dà che A è la politica che dovrebbe essere selezionata. Tuttavia, quando consideriamo A e C, scopriamo che sia II che III preferiscono C ad A.

Quindi, il voto di maggioranza tra A e C porterà a una scelta di C e la transitività non regge. Pertanto, i voti democratici portano alla scelta di tutte e tre le politiche, ovvero qui arriviamo a quello che è noto come il paradosso del voto.

Il suddetto metodo di voto per gradi è paradossale e confuso, e potremmo uscirne, se si tiene conto dell'intensità delle preferenze di diversi individui e si utilizza uno schema di compensazione. Questa è in realtà l'idea alla base del principio di compensazione.

Ad esempio, se la preferenza del consumatore I e II per A è molto intensa e vale, diciamo, Rs 1000 per ciascuno, e la preferenza del consumatore I e Ill per B, e la preferenza di II e Ill per C, non sono così intense, esso vale Rs 100, diciamo, per ciascuno di essi, quindi sicuramente potrebbe essere elaborato uno schema di compensazione e la politica A potrebbe essere attuata.

Tuttavia, il criterio di SWF e anche il criterio di compensazione di Kaldor-Hicks basato su una compensazione potenziale e non effettiva, richiede un'ipotesi di onniscienza da parte degli individui che valutano le diverse politiche.

Ma tale presupposto è totalmente irrealistico, poiché le utilità dell'individuo sono altamente soggettive ed è molto difficile per gli altri valutarle. Solo una compensazione effettiva aiuterà una valutazione. In molti casi, tuttavia, non è chiaro a chi debba essere corrisposto un indennizzo.

 

Lascia Il Tuo Commento